Italiano English
Download PDF

Insetti utili e piante spontanee

Gli schemi agroambientali (AES – Agri-Environment Schemes) sono utilizzati in tutta Europa come metodo per ripristinare e mantenere la biodiversità nei paesaggi agricoli. Spesso queste metodologie si rivolgono agli impollinatori, come le api, poiché sono gli insetti che più possono influire sulla resa delle colture in un determinato habitat.
Tuttavia, sono molto limitate le informazioni che riguardano gli insetti non impollinatori, che rappresentano una grande percentuale della biodiversità di un ecosistema e forniscono una serie di servizi ecosistemici, come il controllo dei parassiti delle colture.

Un nuovo studio ha valutato le comunità di insetti su 14 piantagioni di fiori selvatici nel distretto di Marburg-Biedenkopf, Hesse, nella Germania centrale. Nel distretto sono state coltivate 400 patch di fiori selvatici tra il 2010 e il 2013 come parte di uno schema agro-ambientale volto a promuovere l'uso sostenibile del territorio e il ripristino della biodiversità. L’obiettivo dei ricercatori è stato quello di ottenere informazioni sulla diversità delle specie di insetti associate alla semina di fiori selvatici nel corso della stagione di fioritura, nonché sui fattori paesaggistici, come la connettività con altri habitat e la tipologia di uso del suolo del terreno circostante.
Le 14 piantagioni di fiori selvatici, selezionate per avere diversi livelli di intensità di coltivazione del terreno circostante oppure per essere contigue ad altre aree di semina di fiori selvatici, sono state osservate per tutta la stagione di fioritura (compreso eventuali specie precoci e tardive). Le specie di insetti sono state rilevate mediante delle trappole e gli insetti che visitavano i fiori sono stati catturati in reti per l'identificazione di laboratorio. È stata inoltre registrata l'abbondanza e la varietà delle specie da fiore. I ricercatori hanno poi separato gli insetti in quattro gruppi: api selvatiche; sirfidi; api da allevamento; altri.

In totale, sono state identificate 76 specie di piante da fiore e 322 specie di insetti tra le 14 piantagioni. Tra i quattro gruppi: 427 catture di api selvatiche (appartenenti a 41 specie); 470 sirfidi (39 specie); 588 api domestiche (1 specie); e 1680 altri visitatori (241 specie). Quest'ultimo gruppo costituisce quindi oltre la metà delle visite totali degli insetti e il 74% di tutte le specie.
I risultati mostrano che le piantagioni di fiori selvatici supportano comunità di visitatori di insetti molto diverse tra loro, incluse molte specie che sono solitamente al di fuori del tradizionale obiettivo degli sforzi di conservazione. È interessante notare che lo studio ha anche dimostrato che la piantagione di fiori selvatici è attraente per diverse specie di insetti, indipendentemente dalla varietà delle specie vegetali. Tuttavia, il paesaggio circostante resta un fattore importante nella composizione delle comunità di insetti.
Le api e i sirfidi hanno un ruolo di primo piano nei paesaggi agricoli come impollinatori. Tuttavia, anche le altre specie possono fornire servizi ecosistemici simili o complementari. Ad esempio posso rappresentare predatori di parassiti delle colture o contribuire alla degradazione della sostanza organica nel ciclo dei nutrienti. Da notare anche che le piantagioni di fiori selvatici presentano il potenziale per supportare alcune specie di parassiti agricoli, sebbene questo fenomeno sia stato ancora poco studiato.

Nel complesso, lo studio indica che l'aumento della disponibilità di fiori nei paesaggi agricoli attraverso piantagioni di piante selvatiche dovrebbe favorire la conservazione di importanti specie di insetti. I risultati suggeriscono anche che le valutazioni future sul valore delle piantagioni di fiori selvatici dovrebbero considerare l'intera comunità degli artropodi, non solo le specie più importanti come le api.

Fonte: http://ec.europa.eu

Uno studio incentrato sulla valutazione delle specie vegetali selvatiche dimostra chiari benefici per una vasta gamma di insetti, non solo impollinatori

contenuto