Italiano English
Download PDF

ANVE, si insedia il comitato scientifico

Far incontrare i rpoduttori con il mondo della ricerca. Questo lo scopo con l' Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori ha organizzando un proprio Comitato Scientifico. il compito principale del neonato Comitato è quello di analizzerà le problematiche tecniche e fitosanitarie legate all'esportazione e alla produzione delle piante ornamentali. 

L’incontro di insediamento si è svolto nel quartiere Parioli a Roma ed ha visto la partecipazione dei componenti del Comitato, tutte personalità di spicco del mondo accademico e istituzionale. Ecco gli esperti scelti da ANVE:

• Marina Barba,  direttore del centro di ricerca per la patologia vegetale e coordinatore del Comitato Scientifico sulla Xylella Fastidiosa;
• Renato Ferretti, agronomo, dirigente della Provincia di Pistoia e direttore editoriale della rivista di settore Linea Verde;
• Francesco Ferrini: professore ordinario di arboricoltura presso l'università di Firenze;
• Vito Nicola Savino, professore onorario di virologia vegetale dell' università di Bari;
• Paolo Raddi, dirigente di ricerca presso il CNR e attualmente associato all’Istituto per la protezione delle piante di Firenze, come esperto nel miglioramento genetico per la resistenza alle malattie di piante arboree e forestali;
• Barbara De Lucia, dottoressa in ricerca nel settore agronomia e sistemi colturali erbacei ed ortofloricoli, presso l'università di Bari;
 Stefano Colazza, professore ordinario di entomologia agraria dell' università di Palermo.

Il focus dell’incontro è stato centrato sugli aspetti fitopatologici che colpiscono le piante ornamentali e, di riflesso, il commercio internazionale.

È emerso l’impegno di proporre soluzioni ufficiali che contrastino i blocchi commerciali tuttora in atto dovuti a particolari patogeni, Xylella fastidiosa in primis.

L'Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori ha riunito diversi esperti per trattare particolari argomenti tecnici, con particolare riguardo ai temi fitosanitari. Primo focus sulla Xylella fastidiosa

contenuto