Italiano English
Download PDF

Spazi verdi e sviluppo cognitivo

Circa la metà della popolazione mondiale vive nelle città, e si prevede che entro il 2030, tre persone su cinque (60%) avranno residenze in aree urbane. Le città sono ancora sono caratterizzate da un aumento dei livelli di sostanze inquinanti e da spazi verdi scarsi. Diversi studi hanno collegato la frequentazione, o anche la semplice presenza, di spazi verdi urbani a un miglioramento della salute fisica e mentale. I bambini possono essere particolarmente suscettibili agli effetti psicologici del verde in città, visto che i tratti cognitivi chiave sono sviluppati durante l'infanzia. 
I ricercatori hanno recentemente studiato l'associazione tra l'esposizione agli spazi verdi con la memoria e attenzione nei bambini. Hanno anche valutato il ruolo dei TRAP (traffic related air pollution – inquinanti derivati dal traffico) come uno dei potenziali meccanismi alla base di questa associazione. Un nuovo studio finanziato dal progetto BREATHE dell'UE ha avuto luogo a Barcellona e ha indagato i possibili effetti dei TRAP sullo sviluppo del cervello nei bambini.

L'indagine in Spagna. Nelle 36 scuole primarie che partecipano al progetto, il 58% dei bambini di età compresa tra 7 e 10 anni (2.623 bambini) ha accettato di contribuire allo studio. I bambini sono stati valutati quattro volte ogni tre mesi in un anno, usando test computerizzati per valutare la loro memoria di lavoro e l'attenzione, entrambi le quali aumentano costantemente durante l'adolescenza. Gli spazi verdi vicino all'indirizzo di casa di ogni bambino, nei tragitti percorsi e nelle vicinanze della loro scuola sono stati misurati utilizzando immagini satellitari e il Normalized Difference Vegetation Index, una misura basata sulla luce riflessa. I valori sono stati combinati con alcune variabili come il tempo trascorso a scuola o a casa per stimare l'esposizione complessiva di ogni bambino al verde. Successivamente sono stati costruiti dei modelli per valutare l'associazione tra spazi verdi e sviluppo cognitivo. La metodologia di ricerca, che deriva da quella del progetto PHENOTYPE, utilizzata in questo studio ha ricevuto anche finanziamenti dal Seventh Framework Programme della Commissione europea.

Gli effetti degli spazi verdi. I ricercatori hanno scoperto che un alto livello di esposizione agli spazi verdi è associato con un migliore sviluppo cognitivo. Più specificamente, questo consisteva di un punteggio medio del 5% migliore nella memoria di lavoro, un aumento del 6% in memoria di lavoro superiore, e un 1% di riduzione della disattenzione. Questo è attribuibile direttamente al verde all'interno e nei pressi delle scuole. Non è stata rilevata alcuna associazione tra il verde circostante la residenza del bambino e le misurazioni cognitive. I ricercatori hanno anche esaminato se i livelli ridotti di TRAP possono spiegare l'associazione tra aree verdi e sviluppo cognitivo. Dati di alta qualità sull'esposizione agli inquinanti dell'aria con carbonio elementare (EC), un tracciante delle emissioni del traffico stradale, nei pressi delle scuole sono già disponibili grazie al progetto BREATHE. Analisi precedenti hanno evidenziato livelli più bassi di EC nelle scuole con più alto tasso verde. Aggiungere l'esposizione TRAP ai modelli ha spiegato tra il 20% e il 65% delle associazioni tra verde scolastico e cambiamento nello sviluppo cognitivo. Si pensa che altri fattori come la riduzione del rumore e la maggiore attività fisica, possono influire sui risultati.

Alberi e salute. Lo studio fornisce la prova che gli interventi di miglioramento del verde scolastico hanno effetti significativi sullo sviluppo cognitivo dei bambini. Sulla base della loro ricerca, gli autori affermano che, se le scuole con i più bassi livelli di verde effettuassero miglioramenti per raggiungere lo standard delle scuole con più spazi vegetati, il numero di bambini con insufficiente sviluppo della memoria di lavoro superiore si ridurrebbe del 8,8%. Il migliore sviluppo cognitivo nei bambini potrebbe portare a migliori capacità mentali per il resto della loro vita. 
Dal momento che questo è stato il primo studio epidemiologico a riferire in merito l'impatto dell'esposizione agli spazi verdi sullo sviluppo cognitivo in età scolare, sono necessarie ulteriori ricerche per indagare la solidità di questi risultati. Altri studi dovrebbero esplorare se effetti simili possono essere riscontrati anche negli altri periodi dello sviluppo cognitivo nei bambini, come quello prescolare ma anche prenatale.

 

Più vegetazione nei pressi e all'interno delle scuole aumenta le capacità cognitive dei bambini. Nuovi dati da un progetto europeo

contenuto