Italiano English

Manuale del Verde in architettura

 

L’opera, curata da Maurizio Corrado, riunisce in un solo volume le molte specifiche inerenti all’uso dell’elemento vegetale in rapporto all’architettura, alla città e al paesaggio, oltre che alla progettazione e alla realizzazione degli spazi verdi.

Non è mai facile scrivere un libro su questi argomenti poiché il rapido sviluppo di questa disciplina ha portato a progressi sostanziali nelle conoscenze, non solo tecnico-scientifiche, ma anche informatiche, che rendono difficile la realizzazione di un testo che sia, al contempo, utile per i professionisti e per coloro, come gli studenti, che si affacciano per la prima volta a questa difficile materia che deve essere vista sotto una luce profondamente diversa e innovativa che riesca a eliminare il senso di incertezza in coloro che per le prime volte (e non solo) si trovano a dover affrontare lo studio della composita realtà che è la progettazione delle aree verdi. Questa materia richiede, infatti, conoscenze multidisciplinari, poiché essa è strettamente collegata non solo alle discipline scientifiche come la botanica, l’arboricoltura, le scienze naturali, ma anche a quelle strettamente tecniche come l’ingegneria (ambientale, civile, idraulica, ecc.), nonché alle discipline socio-psicologiche che, nel presente scenario, assumono un’importanza rilevante, impensabile fino a pochi fa, nella progettazione degli spazi verdi. È, dunque, necessaria una massa di conoscenze su discipline diverse e la prima difficoltà, per chi coordina un libro su questa disciplina, consiste nella scelta degli argomenti, da svolgere in maniera forzatamente concisa, che fornisca all’esperto del settore, allo studente, ma anche al semplice appassionato, un’inquadratura della materia in una visione più ampia, adatta ad affrontare sia la progettazione di piccoli spazi, sia interventi su aree più ampie. Questo è dunque l’intento che ha orientato, metodologicamente, la struttura del manuale che realizza un approccio multidisciplinare, senza trascurare gli aspetti più propriamente tecnici della progettazione delle aree verdi.

Ecco perché è stato fondamentale l’apporto di oltre 20 specialisti nelle varie discipline per costruire l’idea di andare oltre il concetto di verde come ornamento concependo l’elemento vegetale esattamente come un qualsiasi materiale da costruzione.

Il contributo è corredato da illustrazioni, tabelle, grafici e da un ampio elenco di riferimenti bibliografici che offre al lettore la possibilità di acquisire ulteriori approfondite conoscenze in particolari aspetti dell’argomento trattato.

Trattasi di un’opera la cui consultazione è indubbiamente di grande interesse per ricercatori e studenti nel settore e dell’ambiente e soprattutto rappresenta una guida per tutti coloro che, a vario livello, si occupano di paesaggio.

 

Francesco Ferrini

 

Manuale del Verde in architettura: Progettazione, realizzazione e manutenzione del verde tradizionale e tecnico in architettura, Wolters Kluwer Italia – Milanofiori Assago (MI). € 48,00

contenuto